Oracle presenta Oracle Database 11g

Sono oltre 400 nuove funzionalità e 15 milioni le ore di test e 36.000 mesi-uomo di sviluppo per il prodotto software più innovativo e qualitativamente evoluto mai annunciato finora da Oracle.

Oracle Database 11g propone funzioni avanzate per l’automazione e il self-management con l’obiettivo di aiutare le aziende a rispettare i parametri SLA (Service Level Agreement) desiderati.
Apporta miglioramenti significativi a Oracle Data Guard permettendo di creare copie remote dei database di produzione che vengono mantenute automaticamente allineate a questi, allo scopo di migliorare le performance degli ambienti di produzione e di proteggersi da guasti di sistema o disastri generalizzati. Con Oracle Data Guard ora è possibile rendere lo standby database disponibile al reporting, al backup, ai test e agli aggiornamenti nello stesso momento in cui dati vengono caricati dal sistema di produzione.

Oracle Database 11g automatizza le operazioni di partizionamento manuale dei dati ed estende le attuali funzioni di Range, Hash e List Partitioning con quelle di Interval, Reference e Virtual Column Partitioning. Oracle Database 11g fornisce inoltre un set completo di opzioni di partizionamento composite per vincolare la gestione storage alle regole di business.

La nuova versione integra anche “Oracle Total Recall”, funzione che permette agli amministratori, per specifiche tabelle su cui viene attivata, di effettuare query sui dati in esse contenuti coerentemente con un loro stato passato.

XML più veloce, Oracle Database 11g apporta significativi incrementi alle prestazioni di XML DB, una funzione di Oracle Database che consente di memorizzare nativamente e manipolare dati XML. È stato aggiunto il supporto di binary XML per offrire un ventaglio di opzioni nell’archiviazione di XML in base ai particolari requisiti applicativi o prestazionali. XML DB permette inoltre di manipolare i dati XML mediante interfacce standard con supporto delle specifiche XQuery, Java Specification Requests (JSR)-170 e SQL/XML.

Nella nuova versione di Oracle Database 11g sono state estese le funzioni Oracle Transparent Data Encryption al di là della cifratura a livello di colonna; permette infatti di cifrare l’intero tablespace per proteggere tabelle, indici e altri dati. Le funzioni di cifratura sono disponibili anche per i LOB presenti nel database.

Se volete saperne di più eccovi il link del Comunicato stampa

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: