Compri su Second Life? E ti trovi anche l’I.V.A.

Second Life il mondo virtuale che diventa ogni giorno più reale.

Il successo di questo “gioco” è stato esponenziale e lentamente tutti quanti hanno voluto partecipare. Così un po’ per volta hanno incominciato a far parte di questo mondo i rappresentanti dei prodotti informatici, i politici, sindacalisti, purtroppo pedofili e via dicendo.

È di giovedì la notizia della giornata dello sciopero avvenuto su Second Life, la lotta di piazza per il rinnovo del contratto dei lavoratori Ibm.Trenta Paesi hanno solidarizzato con l’Italia per un totale di circa 1850 avatar.
Ed ecco che la vita virtuale si intreccia sempre più con la vita quotidiana, e quindi come nella realtà anche nel mondo virtuale si devono pagare le Imposte, infatti arriva un messaggio agli utenti europei:
«Caro utente, sei stato identificato come residente di uno stato europeo. Per questo motivo sulle tue prossime transazioni applicheremo l’imposta sul valore aggiunto secondo l’aliquota vigente nel tuo Paese».
I linden Labs giustificano questa manovra come necessaria per adempiere delle normative fiscali in materia di e-commerce ; e fortunatamente non coinvolgeranno le transazioni tra privati ma solo tra privati e titolari di partita Iva che offrono servizi su SL.
Il fatturato dell’azienda di Philip Rosedale nei confronti dell’Europa ha raggiunto un volume non più trascurabile. Difficilmente la cosa passerà inosservata alle amministrazioni finanziarie dei vari Paesi.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: